SETI ITALIA "G. Cocconi" - Divulgazione scientifica e distributed computing
c/o Dr. Bruno Moretti Turri - via Crispi, 3 - Varese - Tel. +39 340 9935956 - brmoret@libero.it

 Meteo  Sole  Cielo    Terremoti      Letture

Radio propagazione DX LF-MF-HF-VHF 
in tempo reale = questa pagina si aggiorna automaticamente ogni 5 minuti.
Traduzioni e pagina a cura di Bruno Moretti Turri IK2WQA (ex IW2EVA) SWL I2-3441MI


L'immagine seguente è una mappa in alta risoluzione del MUF, Maximum Usable Frequencies (le più alte frequenze utilizzabili) per percorsi di segnali radio da 3.000 km. È anche un'esposizione dell'ubicazione corrente degli ovali delle aurore boreali/australi, del terminatore dell'alba e del tramonto e delle regioni del mondo dove il Sole è 12 gradi sotto l'orizzonte (crepuscolo nautico) il quale indica il corridoio "GrayLine" evidenziato in grigio dove la propagazione delle HF di solito è migliore.

   

La mappa può essere usata dai radioamatori OM & SWL/BCL per determinare le più alte frequenze
utilizzabili per ogni percorso DX indicato dal momento Zulu = U.T. (vedi sotto).



§§§ - Linee di contorno rosse
appariranno sovrapposte sulla mappa MUF nelle zone illuminate dal Sole
se in presenza di livelli di portata dei raggi X capaci di produrre fadeouts (dissolvenza) delle onde corte. Quando accade ciò, le linee di contorno rosse rappresentano la frequenza più alta (in MHz) che può essere assorbita dai raggi X dei forti brillamenti solari. Usa queste informazioni insieme con le nostre nuove Mappe dell'Assorbimento X in HF da 5 a 30 MHz (da 60 a 10 metri) per determinare le frequenze e i percorsi più opportuni per evitare l'assorbimento durante i forti brillamenti solari X.
§§§ - Il MUF per ogni percorso di 3.000 km
può essere determinato trovando il punto centrale (o punto di mezza via) del percorso ed esaminando il MUF di quel punto centrale sulla mappa.
Tutti i contorni sono dati in MHz.  Per i percorsi di 4.000 km, moltiplica i valori di MUF x 1,1. Il MUF dei 4.000 km è determinato poi al punto centrale del percorso desiderato. Per lunghezze di percorso più lunghe, dividi il percorso in uguali segmenti di 3.000 o 4.000 km e calcola il MUF che corrisponde ai due punti centrali che sono 1.500 o 2.000 km da ogni fine del percorso. Poi seleziona il più basso di questi due MUF.
§§§ -
La mappa mostra le zone-radio soggette ad aurore boreali/australi come linee verdi vicino ai poli. L'area all'interno delle linee verdi è la zona aurorale. Passando attraverso queste zone i segnali radio subiranno una forte degradazione da assorbimento.

§§§ - Il simbolo del Sole giallo vicino all'equatore indica dove il Sole è allo zenith in quel momento. Le regioni del mondo dove il Sole sta sorgendo o tramontando è delineata dalla prima linea grigia che è più vicina al simbolo del Sole. La seconda linea grigia definisce le regioni del mondo dove il Sole è precisamente 12 gradi sotto l'orizzonte. Questa linea definisce la fine del crepuscolo nautico. Al di là c'è la notte.
§§§ - L'area tra le due linee grigie (ombreggiata tra il settore giorno e il settore notte) è nota come finestra GrayLine e ha un significato speciale per i radioamatori in quanto i segnali che viaggiano nella regione della GrayLine spesso esperimentano miglioramenti significativi in propagazione a causa della perdita della ionizzazione nello strato D (da 40 fino a 90 km d'altezza, attivo attorno alle ore centrali del giorno) in conseguenza del sorgere e tramontare del Sole.
I segnali con frequenze più alte sono capaci di viaggiare alle più grandi distanze con meno attenuazione quando sono all'interno della GrayLine, perché le più alte
regioni F (oltre i 130 km d'altezza) della ionosfera rimangono fortemente ionizzate per periodi di tempo più lunghi.


Ionosfera: assorbimento delle HF nello strato D

Lo strato D, da 40 a 90 km di altezza, è il più interno della ionosfera. Il gas ionizzato è principalmente l'NO, ossido di azoto. Gli ioni e gli elettroni si ricombinano velocemente e l'effetto netto della ionizzazione è piuttosto basso, di giorno insufficiente a supportare la propagazione oltre i 3 MHz e di notte praticamente nullo.

Propagazione MF/HF da 160 a 10 m (1,8-30 MHz)  
 
Monitor by NØNBH Paul L. Herrman, Sierra Vista, Arizona, USA
Attività MF/HF/VHF da 160 a 2 m (1,8-144 MHz) 
Ultimi 250 DX spot aggiornati ogni minuto.
Blu = attività normale    Giallo = attività superiore al normale
 
Monitor by F5LEN Pascal Grandjean, Messein, Francia

Radiopropagazione VHF da 6 a 2 m (50-144 MHz)  
Monitor attività meteor scatter in Europa by G7IZU Andy Smith, Plymouth, Gran Bretagna
Monitor MUF & E-sporadico (Es) in Europa by DG2KBC Ansgar Möding, Friedberg, Germania
Legenda: 50 MHz Es   70 MHz Es  144 MHz High MUF   144 MHz Es

   

Mappe Es 28-144 MHz in tutto il mondo 
by G7IZU Andy Smith, Plymouth, Gran Bretagna

Monitor 50 MHz Es in Europa  by PE1NWL Allard Munters, Gouda, Olanda
 
Monitor 70 MHz Es in Europa  by PE1NWL Allard Munters, Gouda, Olanda
Monitor 144 MHz Es in Europa  by PE1NWL Allard Munters, Gouda, Olanda
Monitor 144 MHz Es in Nord America  by PE1NWL Allard Munters, Gouda, Olanda
Monitor 50-144 MHz aurora  by PE1NWL Allard Munters, Gouda, Olanda
Legenda dei monitor di PE1NWL:
= banda chiusa
= MUF alte
= 50 MHz Es attivo
= 70 MHz Es attivo
= 144 MHz Es attivo
= aurora a latitudini alte > 55° N
 = aurora a latitudini medie < 55° N

Flusso solare di raggi X = Monitor by N3KL Kevin M. Loch, Chantilly, Virginia, USA
Legenda del monitor:

 = flusso X in quiete ( < 10−6 W/m2)
 = flusso X attivo (≥ 10−6 W/m2)
 = brillamento di Classe M (≥ 10−5 W/m2)
 = brillamento di Classe X (≥ 10−4 W/m2)
 = mega brillamento (≥ 10−3 W/m2)


Campo geomagnetico =  Monitor by N3KL Kevin M. Loch, Chantilly, Virginia, USA
Legenda del monitor:

 = campo in quiete (Kp < 4)
 = campo perturbato (Kp = 4)
 tempesta in atto (Kp > 4)

Indice geomagnetico Kp (Kennziffer planetarische)


Valori indici geomagnetici K
p e Ap relativamente a HF noise e aurora



Indice geomagnetico Ap (Average planetary)

Valori indice geomagnetico Ap:
0-7 = Quiet = Quiete
8-15 = Unsettled = Perturbato
16-29 = Active = Attivo
30-49 = Minor storm = Tempesta minore
50-99 = Major storm = Tempesta maggiore
100-400 = Severe storm = Tempesta severa

30 MHz (10 m) HAARP Riometer


Posizione ovali delle aurore polari boreali e australi
 
Previsione aurore boreali e australi NASA molto affidabile aggiornata ogni ora.
La freccia rossa indica dove si trova il Sole, cioè da dove arriva il vento solare.

Ionosfera TEC (Total Electron Content)

TEC (Total Electron Content) è il numero totale di elettroni presenti nella ionosfera terrestre (da 40 a 400 km di altezza),
misurati in unità elettroniche per metro quadrato TEC Unit. 1 TECU = 1016 elettroni/m2
Il TECU aumenta all'aumentare dell'attività solare e ha implicazioni sulle comunicazioni radio in HF e su quelle satellitari.

Orologio mondiale & fusi orari









Torna a SETI ITALIA G. Cocconi


Copyright © 2011 Space Weather, NASA, NOAA
Versione Italiana Copyright © 2011 Bruno Moretti Turri
I documenti, i grafici e le immagini pubblicati su tutto questo sito sono copyrighted.
Collegamenti (links) a questi documenti sono permessi e incoraggiati.
Nessuna copia può essere fatta senza permesso rilasciato dal webmaster via email